Quanto guadagna un termoidraulico e come stabilire la tariffa migliore

Quanto guadagna un termoidraulico e come stabilire la tariffa migliore

Quanto guadagna un termoidraulico e come stabilisce prezzi e tariffe per le sue prestazioni professionali? In questo settore non è possibile determinare un tariffario basato su mere esigenze economiche e di mercato; bisogna tener conto anche di altri fattori quali esigenze dei clienti, tempestività dell’intervento, qualità della prestazione e assistenza post-vendita. In passato svolgeva principalmente la mansione di creare un impianto per portare l’acqua nella toilette. Un artigiano o un dipendente deve possedere buone capacità imprenditoriali e relazionali. Il compito di un idraulico è avere una grande disponibilità. In caso di emergenza, è in grado di analizzare rapidamente le situazioni. Con l’evolversi della tecnologia, pensiamo solo ai dispositivi AI presenti nelle nostre case e la domotica, vengono richieste a questo professionista sempre maggiori competenze ed abilità.

Per chi vuole lanciarsi nell’avventura imprenditoriale e diventare il capo di se stessi ricordiamo che spesso significa assumersi diversi lavori che spesso poco hanno a che fare con l’idraulica. Un idraulico che avvia la sua attività diventa un uomo d’affari. È più pratico delegare e lasciare che i dipendenti facciano il lavoro tecnico, supervisionando, così da potersi dedicare alla gestione della società e alla crescita.

Prima di scoprire nel dettaglio come determinare un prezzo adeguato che tenga conto delle esigenze del professionista e del cliente, vediamo in cosa consiste questa professione e cosa fa un termoidraulico.

 

 

La figura professionale del Termoidraulico

 

Il termoidraulico è una figura che si occupa di installazione e manutenzione di impianti idrici, idrosanitari, termici e di condizionamento.

Dal punto di vista pratico un impianto termoidraulico raccoglie sistemi e apparecchiature preposte al riscaldamento e al raffreddamento degli ambienti; comprende tubazioni linee del gas che alimenta la caldaia, impianto elettrico coinvolto nel sistema di accensione e di termoregolazione. Il termoidraulico conosce il funzionamento di tutti i componenti e ha le competenze per montarli, installarli e ripararli.

Un termoidraulico si occupa, oltre che di installazione e manutenzione di impianti idrosanitari e di condizionamento, anche di progettazione e collaudo degli stessi. Ha inoltre le competenze adatte per effettuare depurazione di piscine, condutture del gas e dell’acqua, pompe di calore, impianti sanitari e scaldabagni, rubinetterie, impianti per scaricare le acque piovane.

Si tratta di una figura che può trovare lavoro in studi tecnici specializzati, aziende private o anche nelle amministrazioni pubbliche dello Stato; in base a ciò varia anche quanto guadagna il termoidraulico.

 

Come diventare Responsabile Termoidraulico

 

Per diventare installatore di impianti termoidraulici come titolare d’impresa è necessario, se non si possiedono gli altri requisiti, frequentare un corso di qualifica professionale come previsto dalla legge 845/78 fatta seguire da anni d’esperienza sul campo. Il corso in questione forma un professionista in grado di progettare, installare e collaudare impianti idrosanitari, di condizionamento, di depurazione e ventilazione.

I corsi accreditati rilasciano un attestato regolarmente riconosciuto in Camera di Commercio per poter svolgere la professione di Responsabile Tecnico e certificare gli impianti.
Insieme al corso di studio bisogna esibire un esperienza lavorativa di 4 anni. Per quanti hanno un titolo di studio potenzialmente equivalente ed una esperienza lavorativa pregressa nel settore, è possibile verificare la validità dei requisiti presso la Camera di Commercio. Se ti occorre il nostro aiuto abbiamo un servizio apposito alla pagina Consulenza Professione Regolamentata

Questo obbligo di titoli di studi accreditati dalla Regione non vale per chi vuole lavorare come dipendente, ne abbiamo parlato diffusamente in questa guida “Come diventare Termoidraulico”

 

Corso termoidraulico online

 

Per quanti desiderano diventare operatori termoidraulici ma hanno la necessità di conciliare studio e impegni familiari o di lavoro, abbiamo i corsi di formazione professionale e laurea online:

 

 

È possibile svolgere corsi della durata di 200 ore che rilasciano un attestato di frequenza e forniscono un bagaglio di competenze pratiche e teoriche fondamentali per gli operatori del settore.

 

 

Termoidraulico: quanto guadagna?

 

Stabilire quanto guadagna un operatore termoidraulico non è così facile come potrebbe sembrare; dipende da come il professionista sceglie di lavorare: con Partita Iva o come dipendente presso un’azienda più grande o una pubblica amministrazione.

Nel primo caso, per stabilire il guadagno medio bisognerà far riferimento al numero di interventi effettuati e alla tipologia degli stessi: una manutenzione ha un costo ed una durata differenti da una installazione o da una progettazione.

Per calcolare quanto guadagna un termoidraulico bisognerà anche tener conto delle spese sostenute per effettuare l’intervento (ad esempio spostamenti o altre spese accessorie) oltre che di tasse e imposte.

Per quanti decidono di lavorare come dipendenti presso aziende del settore privato o pubblico il calcolo potrebbe essere più semplice; in questo come in altri settori infatti si tendono a privilegiare contratti di lavoro dipendente con stipendio base.
L’ammontare dello stipendio è calcolato in base alla categoria di appartenenza a cui aggiungere scatti di anzianità ed eventuali premi o bonus.

 

 

Prezzi e tariffe: quanto guadagna un termoidraulico

 

Come abbiamo già accennato per stabilire prezzi e tariffe di una prestazione professionale in questo settore non basta tenere conto di fattori economici; è necessario anche determinare un tariffario che sia coerente col proprio posizionamento di mercato, con il proprio target e con il livello delle competenze offerte.
Inoltre rientrano nei fattori da considerare assistenza post-vendita e tempestività di intervento.

Ciascun tecnico termoidraulico deve pertanto mettere in evidenza la propria professionalità, le proprie competenze soprattutto specifiche e quella che è l’offerta; tutto ciò non solo lo rende in grado di soddisfare le esigenze del singolo cliente ma fa la differenza ai fini della preferenza e della fidelizzazione dello stesso.

Tutti questi elementi contribuiscono a determinare quanto guadagna un termoidraulico.

 

 

Rapporto con il cliente: cosa fare e cosa evitare

 

Stabilire un giusto prezzo per la prestazione professionale offerta rappresenta senza dubbio un elemento di cui tener conto nel rapporto con il cliente.
Oltre a questo, allo scopo di intrattenere un rapporto duraturo, è utile mettere in atto una serie di accorgimento che nel medio e lungo periodo garantiranno la fedeltà del cliente.

Ecco cosa fare:

  • assumere atteggiamento empatico e pronto all’ascolto
  • mostrarsi decisi ma composti, tranquilli e pacati
  • proporre soluzioni valide e immediate o eventualmente alternative a quelle non condivise dal cliente

Da evitare invece:

  • proporre soluzioni generiche
  • prevaricare il cliente
  • criticare i lavori di altri professionisti intervenuti prima
  • infastidirsi se il cliente tentenna nella conclusione o decisione.

 

 

Quali sono le prospettive di carriera di un idraulico?

 

L’idraulico con una doppia abilità, ad esempio termo idraulica, è molto ricercato. Per accedere alla professione di idraulico come imprenditore artigiano è necessario iscriversi in Camera di Commercio e possedere determinati titoli di studio ed esperienza lavorativa. In generale esiste anche un diploma di maturità professionale per i tecnici della manutenzione dei sistemi energetici. Ne abbiamo parlato diffusamente in questa guida “Come diventare Termoidraulico”

 

 

Come aumentare il tuo stipendio: 5 cose da sapere

 

Imparare le basi

Spesso di dimentica che anche il più manuale dei mestieri richiede per essere svolto bene una grande conoscenza teorica della materia. Questa si apprende studiano sui libri, in aula o tramite un corso online

 

Mettere in pratica

Inizia offrendoti come apprendista, attraverso la pratica nel mondo del lavoro, acquisirai un bagaglio di conoscenze derivanti dai casi concreti che ti sei trovato ad affrontare e ne otterrai una ricompensa, infatti questo bagaglio sarà valutato dal mercato del lavoro e guadagnerai una remunerazione migliore.

 

Impara una nuova abilità

Anche se già lavori a pieno ritmo nel settore, la sola pratica non ti farà mai fare il passo successivo, dovrai apprendere nuove conoscenze teoriche ed aprirti nuovi rami del settore. Ad esempio frequentando i corsi tecnici brevi offerti dai produttori di caldaie, tubi etc.

 

Imparare una lingua straniera

Molte persone non parlano la tua lingua madre ad esempio i turisti se vivi in un posto molto frequentato da questi vacanzieri stranieri o espatriati. Oppure potresti decidere di lavorare all’estero, i bravi artigiani sono richiesti ovunque. Ad esempio l’inglese o il tedesco

 

Consegui un titolo di studio o una certificazione

Ad esempio potresti pensare di diventare direttore tecnico d’imprese medio grandi ed aprirti anche la strada dei grandi lavori all’estero conseguendo una laurea specifica ingegneria magistrale

 

Diventa un mentore

Se sei un dipendente, puoi chiedere di supervisionare uno studente durante uno stage. Questo nuovo compito ti aiuterà ad acquisire competenze burocratiche. Inoltre è possibile richiedere un reddito aggiuntivo a causa della responsabilità che ciò comporta.

 

Lavoro notturno e fine settimana

Assicurando l’azienda di essere disponibile immediatamente o nel fine settimana per la gestione urgente, ti verranno concessi bonus o un aumento su base oraria. È un buon modo per far ancora più pratica sul campo.

 

 

Come negoziare lo stipendio

 

Nel complesso, puoi negoziare il tuo stipendio al momento del colloquio annuale. Questo colloquio ti consente di fare il punto sui risultati e sullo stato di avanzamento della tua professionalità nel frattempo maturata. Preparati per il colloquio. Per richiedere il tuo aumento, puoi evidenziare:

  • la tua esperienza in crescita,
  • la lealtà verso l’azienda,
  • le certificazioni ottenute,
  • le tue specialità (idraulica per privati, conoscenza delle attrezzature alberghiere o commerciali, ecc.),
  • il tuo coinvolgimento e la tua motivazione ad assumerti maggiori obblighi.

 

Ricorda inoltre di informare il tuo capo sull’ambiente finanziario tuo particolare, tipo se hai contratto un mutuo per la casa etc.

I NOSTRI VIDEO CORSI

Senza registrazione e senza carta di credito – Solo 1 click

GUIDE E MANUALI

Scarica gratuitamente la guida in PDF cliccando sulla copertina

Rosalba Fiore

CARRIERA E AFFARI

ROSALBA FIORE

Per oltre un decennio ho costruito questo un archivio di guide e materiali di istruzioneinterviste ad imprenditori, dove incontri i nostri studenti e vedi i loro bellissimi progressi, dove ti ho fatto dare una sbirciatina alla nostra vita aziendale. Scopri chi sono…

INIZIA IL TUO CAMBIAMENTO

Richiedi informazioni

indeciso sul corso adatto a te?