• Accedi
  • Nessun prodotto nel carrello.

Accedi

Security manager mansioni e formazione

Oggi parliamo della figura del security manager, la quale assume un ruolo fondamentale all’interno delle aziende, specialmente quelle che operano maggiormente online.

 

Chi è il security manager

La figura del security manager, oggi, è fondamentale dato che questa ha, come compito principale, quello di valutare gli eventuali rischi provenienti da fonti esterne, come hacker e non solo, che possono effettuare il furto di dati privati relativi all’impresa, arrecando un danno alla stessa.

Questa figura assume quindi un ruolo molto importante per le aziende visto che, come potrete immaginare, col web si possono ottenere dei risultati migliori rispetto quelli che si andrebbero a conseguire operando solamente nel mercato normale.

Di conseguenza questa figura deve necessariamente essere in grado di offrire un servizio di tutela informatico all’impresa per la quale opera.

 

Quali sono i compiti del security manager

I compiti di questa figura si suddividono in diversi ambiti e ognuno di questi assume un’importanza fondamentale.

Il principale è quello di effettuare delle scansioni nel sistema di sicurezza informatico aziendale, con lo scopo finale di valutare se questo è caratterizzato da eventuali falle che possono essere sinonimo di attacchi da parti di figure esterne.

La scoperta di queste mancanze permette al security manager di elaborare una soluzione il cui obiettivo finale è quello di prevenire che eventuali danni possano essere arrecati all’impresa, garantendo quindi il massimo livello di sicurezza alla stessa ditta.

Ma non solo gli attacchi da parte degli hacker devono essere scongiurati dal security manager: anche la conoscenza dei vari virus, malware, spyware e altri elementi che caratterizzano il web devono essere necessariamente conosciuti da questa figura.

Grazie ai corsi di aggiornamento professionale il responsabile della sicurezza informatica si occupa di trovare quei rimedi grazie ai quali è possibile prevenire che un eventuale virus possa avere un impatto negativo a livello aziendale e rendere la situazione meno semplice del previsto.

Questa figura deve anche realizzare diversi report periodici in maniera tale che, il direttore dell’impresa, possa essere effettivamente a conoscenza dei diversi rischi a cui va incontro la sua azienda e adottare diverse soluzioni, sostenibili mediante gli investimenti, per potenziare la sicurezza informatica e rendere l’aspetto online dell’impresa migliore sotto ogni punto di vista, senza trascurare alcun aspetto fondamentale illustrato dal security manager.

 

Come si diventa security manager

In passato la figura del security manager era inglobata da quadri e dirigenti, ma anche dai tecnici informatici, i quali principalmente si occupavano della gestione online del portale.

Oggi, invece, questa figura rappresenta una professione completamente separata e pertanto occorre che, coloro interessati a rivestire questo ruolo, seguano un percorso formativo specifico, spesso offerto dalle università italiane.

Sostanzialmente si tratta di un percorso di specializzazione informatico il quale analizza una serie di argomenti che durante il classico studio informatico non vengono affrontati.

Pertanto il percorso aggiuntivo rappresenta la soluzione ideale che deve essere adottata da chi decide di divenire security manager: inoltre il professionista deve anche seguire dei corsi di formazione e aggiornamento professionale periodici, in maniera tale che le nuove problematiche che riguardano il web e i potenziali attacchi possano essere conosciuti e sia possibile adottare delle soluzioni fondamentali grazie alle quali quel potenziale pericolo potrà essere facilmente evitato.

 

Quali sono le conoscenze che deve possedere un security manager

Questa figura professionale deve possedere delle conoscenze specifiche che riguardano principalmente il mondo dell’informatica, dunque la conoscenza dei principali software applicativi sfruttati dall’azienda devono essere noti al security manager.

Ma anche tutte le componenti hardware necessitano di essere analizzate da parte di questa figura professionale, il cui obiettivo finale è quello di programmare una rete a prova di attacchi esterni.

Sul fronte del web, invece, il security manager deve conoscere i linguaggi di comunicazione del web, come JavaScript, PHP e HTML, ovvero quelli che vengono sfruttati maggiormente da parte dei programmatori e grazie ai quali è possibile prevenire attacchi esterni di ogni natura.

Sempre sul fronte informatico vero e proprio, il security manager deve conoscere quali sono le principali problematiche che possono colpire una rete informatica, anche relative alle connessioni, affinché sia possibile prevenire che le stesse si possano nuovamente palesare sia nel breve che nel lungo periodo, evitando dunque una serie di complicanze di natura tecnica.

Inoltre è fondamentale avere anche delle conoscenze giuridico-legali e di criminologia, ovviamente con un riferimento specifico all’ambito online, facendo in modo che l’azienda possa essere facilmente tutelata e che, in caso di attacco alla rete aziendale, sia possibile apportare un rimedio grazie al quale l’impresa potrà essere tutelata.

Grazie a tutte queste particolari tipologie di nozioni, il security manager potrà essere completamente operativo e offrire una serie di servizi alle imprese senza commettere alcun genere di errore durante l’esecuzione dei diversi compiti che gli spettano di competenza.

 

I security manager e la situazione italiana

Al contrario del resto d’Europa e in Paesi come Stati Uniti, Giappone e Cina, questa figura professionale tende a essere ancora messa in secondo piano rispetto al classico tecnico informatico: alcuni compiti che vengono affidati a quest’ultima figura lavorativa sono, infatti, di competenza dello stesso security manager.

Viste però le diverse esigenze che hanno oggi le imprese, il responsabile della sicurezza informatica sta lentamente riuscendo a integrarsi nel nostro Paese: banche e altri enti importanti per il Paese si stanno affidando a chi assume il ruolo di security manager e i corsi di formazione specifici che riguardano questo professionista stanno venendo organizzati con maggior frequenza proprio per garantire una conoscenza totale dei diversi argomenti che devono essere necessariamente conosciuti dallo stesso.

Pertanto è molto importante ricordarvi come i vari corsi per rivestire questo ruolo siano fondamentali visto che un semplice programmatore avrà delle conoscenze di natura differente e comunque non così complesse come quelle che deve invece possedere il security manager.

Trattandosi inoltre di una figura che, nella maggior parte dei casi lavora come libero professionista, la remunerazione può subire delle variazioni mensili: a seconda del carico di lavoro, nonché dell’importanza dell’ente per il quale opera questo professionista, il salario potrebbe variare dai 1.500 euro per singolo intervento fino a 20 mila euro mensili e questo secondo i dati che sono stati riportati grazie a svariate analisi svolte sul suolo europeo, dove questa figura si è consolidata maggiormente.

 

Security manager

corsi di formazione

 

Dal nostro catalogo

1) corsi professionali

Assemblare PC , Introduzione alla programmazione gratuito, Programmatore computer, Master Internet of Things (IOT), Programmatore WEB, Programmatore Java, Master Java e Android, Programmatore Web completo PHP & CSM e tanti altri…

2) corsi di laurea

Ingegneria Informatica

21/08/2019
PIVA IT01638080760 | REA 123379 © FioreRosalba.com 2006-2019