• Nessun prodotto nel carrello.

Opinioni: Isabella Santarsiere e la sua esperienza con FioreRosalba.com

Si dice spesso che l’e-Learning è il metodo migliore per conciliare studio e lavoro. Ma forse varrebbe la pena sottolineare anche il fatto che la formazione a distanza può essere un aiuto formidabile se si vuole “mollare tutto” e avviare una propria attività imprenditoriale.

 

Emblematica, in questo senso, la storia di Isabella Santarsiere che a 37 anni ha deciso di lasciare l’impiego come farmacista e iniziare una nuova carriera da libera professionista.

 

Isabella ha conseguito la laurea in farmacia nel 2008 all’università di Siena, per poi tornare nella sua città di origine, Potenza. Qui ha lavorato in una farmacia per dieci anni, fino al settembre del 2019, quando ha deciso di intraprendere una nuova strada.

 

Come mai questa decisione?

Il lavoro per quanto appagante per certi aspetti non mi consentiva di esprimermi al cento per cento e quindi, da tempo, mi guardavo intorno alla ricerca di nuove opportunità che mi permettessero di sviluppare tutte le mie potenzialità.

 

Cosa ha fatto scattare la molla del cambiamento?

È successo durante un breve corso sull’alimentazione vegana che mi aveva fatto fare il titolare della farmacia dove lavoravo: mi ha aperto un mondo che non conoscevo e che ho deciso di approfondire. Volevo sapere di più sulla nutrizione, ottenere nuove competenze e fare qualcosa di mio. Il problema era come fare, per non rischiare di scegliere un corso sbagliato, che mi desse un titolo effimero non in grado di farmi raggiungere il mio obiettivo.

 

Come ne sei venuta a capo?

Fondamentali sono stati i consigli e la consulenza ricevuta da Fiorerosalba.com. Sapevo che, da lavoratrice, l’unica chance che avessi fosse quella della formazione a distanza, però non avevo preso in considerazione l’università telematica. Invece, era proprio quello che faceva al caso mio: per fare la nutrizionista serve l’abilitazione come biologa e dunque un master non sarebbe stato sufficiente. Insieme con Tiziana, l’orientatore di Fiorerosalba, abbiamo fatto una ricognizione e la scelta è caduta sulla San Raffaele. Grazie alla mia laurea in farmacia mi venivano riconosciuti molti crediti potendo approdare direttamente ai due anni della specialistica, il che mi ha invogliato ad intraprendere questo percorso. Così mi sono iscritta e in concomitanza con il licenziamento, l’anno scorso, mi sono laureata in scienze della nutrizione umana.

 

È stato difficile?

Beh, come si può immaginare studiare mentre si lavora non è una passeggiata, infatti ci ho messo un po’ più di tempo. Ma certamente sarebbe stato molto peggio, anzi direi impossibile, laurearmi “in presenza”. A parte il fatto che a Potenza c’è un corso di laurea in tecnologia degli alimenti che però a non mi avrebbe permesso l’abilitazione da biologa, l’Università in presenza sarebbe stata incompatibile con gli impegni di lavoro.

 

Alla San Raffaele ti sei trovata bene?

Assolutamente sì e ringrazio ancora Tiziana per avermela consigliata. Non è solo una tra le migliori università telematiche, come ho potuto constatare, ma sono anche molto seri e hanno grande rispetto per gli studenti: visto che gli esami si fanno in presenza e gli studenti arrivano da tutta Italia, è molto importante per esempio la puntualità e il rigore nell’organizzazione.

 

Prossimi obiettivi?

Il prossimo obiettivo è aprire il mio studio privato. Mi manca solo l’iscrizione all’albo, visto che ho già superato l’esame di Stato per l’abilitazione, dopo di che potrò esercitare la professione di nutrizionista. Un bel cambiamento, per me che ho sempre lavorato come dipendente, ma sono fiduciosa. E intanto preparo il terreno con un mio progetto di divulgazione scientifica: ho aperto un blog www.10inpadella.it sul quale scrivo di nutrizione, salute e prevenzione, in collaborazione con una cardiologa e un’allergologa.

09/01/2021
©FioreRosalba.com 2006-2020