• Nessun prodotto nel carrello.

Opinioni: Giuseppe Pasquino e la sua esperienza con FioreRosalba.com

Cambiare totalmente lavoro; dare una svolta alla propria vita; seguire la propria passione. Per farlo ci vogliono coraggio, determinazione e … un’università telematica.

 

Giuseppe Pasquino vive a Matera, ha 32 anni e a 28 ha deciso che i 9 anni come impiegato presso un grossista di forniture elettriche erano abbastanza: voleva tornare ad allenarsi per seguire la sua passione agonistica e prendersi una laurea per diventare insegnante di educazione fisica. Così si è iscritto all’università telematica San Raffaele di Roma, dove sta studiando Scienze motorie.

 

Giuseppe, come mai un cambio così drastico?

Quel lavoro non mi soddisfaceva, non mi rispecchiava. Ho voluto ritornare sui miei passi: ho sempre fatto agonismo, fin dalla quinta elementare. Mi piace fare sport e attività fisica. Quindi volevo seguire la mia vocazione.

 

Perché hai scelto un’università online? Non erano ancora i tempi del Covid…

All’inizio ero combattuto: mi piaceva l’idea di fare la vita universitaria a 360 gradi, ma ho dovuto fare i conti con la realtà. Non c’era solo la questione economica (avrei dovuto lasciare Matera, cercare casa in un’altra città eccetera), ma non avrei potuto restare accanto al mio allenatore: ho bisogno di lui per allenarmi tutti i giorni sul campo.

 

Districarsi tra le tante offerte di formazione a distanza non deve essere stato facile, come hai fatto?

Grazie all’aiuto di Fiorerosalba.com. Avevo chiaro l’obiettivo e mi ero un po’ documentato, ma non non sapevo quale università scegliere. Così mi sono recato di persona a Potenza. Lì, mi sono confrontato con loro su quelli che erano i miei obiettivi formativi (io sono già istruttore) e professionali. E in base a questi Tiziana, l’orientatrice di Fiorerosalba.com, mi ha presentato i diversi percorsi disponibili, le differenze tra le varie università e i vari piani di studio più adatti. Con un’analisi a 360 gradi mi hanno spiegato tutto e a quel punto è stato facile scegliere.

 

 

Quindi un prezioso lavoro di orientamento per compiere la scelta giusta.

Sì. È stato fondamentale soprattutto per il primo anno. Ricordo ancora la mail che mi mandò Tiziana: era un vero e proprio piano di studi con l’indicazione dei primi esami da sostenere.

 

Ad oggi qual è il bilancio della tua esperienza di studio online?

Più che positivo, nonostante il fatto che mi manca l’esperienza della vita di università. Studiare a distanza, però, mi ha dato la possibilità di restare qui a casa e potermi allenare sotto la guida del mio istruttore. Se proprio devo dire, con il tempo è saltata fuori qualche problematica nell’organizzazione universitaria: per esempio, la comunicazione con i docenti molte volte è lenta, ma questi sono problemi che si riscontrano anche negli atenei “fisici” a quanto mi dicono i miei amici.

 

Sei riuscito a fare amicizia con i colleghi studenti a distanza?

Sì. Il primo anno ci siamo incontrati fisicamente durante un laboratorio a Colleferro (poi non è stato più possibile per via del Covid). Con alcuni di loro mi sento regolarmente, soprattutto nel periodo pre-esame. Mi piacerebbe ce ne facessero di più di questi laboratori, per integrare lo studio con la pratica. Usciamo dall’università con tantissime nozioni, però anche l’aspetto pratico ha la sua importanza.

 

Senti che ci sono pregiudizi nei confronti dello studio online?

In realtà no, anche perché ho potuto constatare e dimostrare in prima persona che, come nell’università fisica, se non studi ti bocciano…

07/12/2020

0 responses on "Opinioni: Giuseppe Pasquino e la sua esperienza con FioreRosalba.com"

Leave a Message