Diventare programmatore: i linguaggi di programmazione più richiesti nel mondo del lavoro (update 2018)

Diventare programmatore ti apre le porte del mondo del lavoro in più di un modo: potrai trovare impiego presso aziende più o meno grandi o essere un libero professionista in grado di offrire servizi importanti e di qualità.

Quando ci si approccia a diventare programmatore, o sviluppatore se si preferisce, uno dei primi dubbi che viene in mente è “quale linguaggio di programmazione scelgo?”. Partiamo dal presupposto che, una volta che si apprende un linguaggio di programmazione in maniera più o meno avanzata, si hanno anche le conoscenze tecniche per poterne leggere altri (anche se non si è magari in grado di sviluppare un software avanzato), ma nonostante questo bisogna scegliere con attenzione e sicuramente conviene andare verso i linguaggi di programmazione più richiesti dal mondo del lavoro.

Al primo posto in assoluto troviamo Java, un linguaggio molto dinamico ed efficiente, oltre che uno dei più versatili. Può essere usato sia per creare applicazioni web che software per computer e smartphone, il suo apprendimento può essere considerato la base di molti altri linguaggi di programmazione. Inoltre, la sua conoscenza è basilare per poter sviluppare app per i sistemi operativi Android.

C e C++ si trovano, rispettivamente, al secondo e al terzo posto. I vantaggi principali sono legati al fatto che si tratta di linguaggi che possono essere eseguiti senza un supporto eccessivo e anche su computer più vecchi e con poca memoria. Inoltre entrambi i linguaggi (ma in maniera particolare il C++) permettono di ottenere delle prestazioni migliori della media.

Python si trova al quarto posto di questa nostra classifica. Si tratta di un linguaggio molto compatto, nel senso che permette di fare, con poche righe di codice, quello che altri linguaggi fanno in svariate righe, ma non per questo è più semplice da apprendere. Tuttavia, una volta imparato, ci si può fare davvero tanto, dallo sviluppare applicazioni web fino a software.

Javascript è un linguaggio di programmazione molto versatile, usato quotidianamente anche nel web in quanto consente di animare le pagine e realizzare funzionalità che, con un linguaggio di programmazione standard, non sarebbero possibili. Apprendere Javascript è fondamentale per chi vuole diventare un web developer.

PHP, è il primo linguaggio di programmazione web al mondo, open source e potente. L’ultima versione, la 7, è anche molto veloce ed efficiente. Apprendere PHP permette di trovare lavoro nel web come sviluppatore, in quanto fornisce le basi per la creazione di software più o meno complessi, come e-commerce o CMS (software per la gestione dei contenuti).

Swift è il nuovo linguaggio di programmazione creato da Apple per permettere a tutti di cimentarsi con lo sviluppo di app. Facile da usare ed open source, consente di sviluppare app per iOS, Mac, Apple TV e Apple Watch. Si tratta di un linguaggio di programmazione ottimizzato per funzionare con i dispositivi Apple, per questo motivo è la scelta fondamentale per chi volesse sviluppare programmi compatibili con i dispositivi di Cupertino.

30/11/2017

0 responses on "Diventare programmatore: i linguaggi di programmazione più richiesti nel mondo del lavoro (update 2018)"

Leave a Message

WordPress spam blocked by CleanTalk.

FioreRosalba.com

Corsi di formazione semplici e aggiornati per persone adulte che vogliono rapidamente migliorare la propria posizione o curiose di imparare

FioreRosalba.com : La miglior formazione online

Dati Azienda:

Sede Legale: Potenza
Piva 01638080760 | REA 123379

Pagamenti 100% Sicuri

Verifica il tuo ATTESTATO

top
FioreRosalba.com ©2006-2017