Corsi di formazione LOGO FIORE ROSALBA 2024

FIOREROSALBA

Patrimonio storico e sbocchi professionali: le occupazioni più affascinanti

Immersi in un contesto sempre più fervente e dinamico, ci accorgiamo sin da subito di come le persone interagiscono e apprezzano il patrimonio storico e culturale territoriale e del mondo in modo completamente diverso rispetto al passato. Si tratta di una conseguenza di fattori come l’avvento della tecnologia e dei mezzi di informazione accessibili e condivisi su scala globale con cui poter attingere al sapere universale, semplicemente, toccando lo schermo dello smartphone. Insomma, oggi più che mai gli individui – a prescindere dal contesto da cui provengono – risultano profondamente attratti dal fascino di cui la storia e i beni culturali sono intrisi.

Una curiosità diffusa, quella nei confronti dei beni culturali, che si è trasposta anche nei confronti della ricerca delle carriere e degli sbocchi professionali più interessanti legati alla valorizzazione e alla conservazione del patrimonio storico. Oggi, insomma, i giovani sono sempre più propensi a considerare percorsi professionali con cui poter contribuire in modo attivo alla promozione dei monumenti, delle opere d’arte, dei siti archeologici e, in generale, dei tesori culturali di vario genere.

Al di là dell’interesse personale nei confronti della materia, però, è bene sottolineare che l’impegno nel campo del patrimonio storico richiede molto più di un semplice interesse personale.

Chi aspira a intraprendere una carriera nel panorama di riferimento, infatti, deve possedere delle competenze specifiche e settoriali relative allo specifico paradigma in cui ci si intende specializzare. La formazione, dunque, rappresenta uno step essenziale per poter avere un approccio propositivo nei confronti delle complesse sfide legate alla preservazione e alla valorizzazione del patrimonio storico.

È proprio per questo motivo che tutti coloro che intendono perseguire simili scelte professionali devono riflettere attentamente, oltre che sul loro interesse personale per la storia e la cultura, anche sulle loro capacità, inclinazioni e ambizioni di carriera.
È fondamentale, quindi, comprendere le opportunità disponibili nel settore e identificare al meglio il proprio percorso formativo ideale, in rapporto alle proprie attitudini ed esigenze. In questo contesto dinamico, l’approfondimento in oggetto propone di esplorare le occupazioni e gli sbocchi professionali più interessanti per poter lavorare nell’ambito dei beni culturali, comprendendo a fondo le opportunità offerte e le competenze richieste per iniziare un percorso professionale in un settore tanto affascinante e mosso da nobili intenti.

 

Archeologo

Apriamo la nostra lista di professioni legate ai beni culturali più affascinanti con una delle più sognate sia dai più piccoli che dai giovani aspiranti accademici.

Quello dell’archeologo è un lavoro che richiede indagini esperte, consapevolezza, senso della scoperta e interpretazione dei resti materiali appartenenti alle civiltà passate. Si tratta di una professione che comprende diverse fasi: dagli scavi sul campo, allo studio dei reperti, passando per l’analisi scientifica e la ricerca storica dei manufatti.

È per questo motivo che, per diventare archeologo, è necessaria una laurea in archeologia in una disciplina correlata con le dovute specializzazioni successive. Inoltre, se si intende proseguire, ambendo a posizioni più avanzate, molto spesso vengono richieste competenze aggiuntive acquisibili con un master o un dottorato.

 

Storico dell’arte

Una professione eclettica e profondamente legata all’ambito accademico. Gli storici dell’arte si occupano di studiare e di interpretare le opere d’arte per mezzo di analisi delle caratteristiche storiche delle stesse.

Inoltre, gli storici dell’arte sono specializzati sugli stili e sui complessi culturali che si ritrovano dietro le opere più disparate. Gli storici possono lavorare in vari contesti, tra cui musei, gallerie d’arte, istituzioni accademiche o nel mondo dell’editoria.

Conseguire una laurea in storia dell’arte significa rispettare i requisiti minimi. Ottenere cattedre accademiche o, comunque, proseguire con la propria carriera rende, ancora una volta, necessari percorsi di specializzazione o dottorati.

 

Direzione e conservazione museale

I conservatori di museo sono responsabili per la cura, la conservazione e l’esposizione degli oggetti d’arte di valore storico all’interno dei musei.

Si tratta di una professione che, oltre a richiedere delle specifiche competenze teoriche, richiede anche delle skill pratiche da unire ad una profonda conoscenza della storia dell’arte e delle tecniche di conservazione e gestione delle opere e dei complessi museali nel complesso.

Intraprendere simili percorsi professionali potrebbe, innanzitutto, richiedere esperienza sul campo, trattandosi di un lavoro in cui è necessario compiere decisioni informate per valorizzare pienamente i beni culturali di cui si ha la responsabilità.

Inoltre, la formazione vera e propria richiesta potrebbe includere una laurea in storia dell’arte o in beni culturali, con dei percorsi di specializzazione orientati nei confronti di discipline come la museologia.

Tra tirocini universitari, master specializzati e vera e propria esperienza pratica, poi, i criteri da soddisfare potrebbero rivelarsi molteplici.

Articolo scritto da:

Picture of Rosalba Fiore

Rosalba Fiore

Rosalba Fiore imprenditrice eduthech, consulente, formatrice, autrice, da oltre vent’anni mette la sua esperienza a completa disposizione dei suoi clienti impegnati in diversi settori produttivi. Ha conseguito due lauree, una in Matematica indirizzo informatico ed una in Ingegneria Industriale indirizzo Gestionale, ha conseguito numerose certificazioni internazionali tecniche, linguistiche, trasversali e didattiche, presso l’Università americana Harvard Business School Online ha seguito corsi specialistici in economia e marketing e innovazione. La dott.ssa Fiore è all’albo dei periti estimativo per la Camera di Commercio per la valutazione dei piani formativi del personale e CTU del Tribunale. E’ stata consulente e formatrice per Alitalia, Poste Italiane, Autostrade per l’Italia, Università Normale Superiore ISUFI etc.

I contenuti di questo blog hanno esclusivamente scopo informativo e si riferiscono alla data di aggiornamento dell’articolo riportata in alto. Nonostante la nostra cura e revisione dei contenuti potrebbero essere presenti dei refusi e/o errori in questo caso vi preghiamo di segnalarcelo.  I contenuti non intendono sostituire consulenza e informazioni ufficiali che sono reperibili in risposta alle vostre domande inviate in chat, email o telefoniche.