• Nessun prodotto nel carrello.

Concorso scuola 2019 e 24 CFU come ottenerli

Ci soffermiamo oggi su un tema caro ai tanti aspiranti docenti alle prese con la scelta del percorso valido ai fini del conseguimento dei 24 Cfu necessari per partecipare al concorso scuola 2019. L’intento è quello di sciogliere dubbi e di tenere d’occhio le ultime notizie.
Una novità per gli aspiranti docenti è rappresentata dalla Legge di Bilancio 2019 all’interno della quale sono incluse delle modifiche attinenti al nuovo Concorso Docenti 2019.

I 24 cfu restano un requisito necessario per accedere al concorso docenti. Importante è dunque essere informati sul corretto conseguimento dei crediti utili a ricoprire almeno tre dei quattro ambiti disciplinari richiesti secondo quanto stabilito dal decreto ministeriale 616/2017 e quali istituti sono titolati a rilasciare la certificazione .

concorso scuola

Il predetto decreto dell’allora Ministra Sen. Valeria Fedeli stabiliva le modalità e i percorsi validi per potere maturare le competenze di base nelle discipline antro-psico-pedagogiche e metodologie e tecnologie didattiche.

I neo laureati che nel proprio piano di studi non hanno i crediti necessari nelle aree disciplinari sopra elencate, i possessori di una laurea magistrale o vecchio ordinamento e la classe di concorso inerente sono tenuti a svolgere gli esami previsti. Sono esonerati i docenti con abilitazione e quanti hanno 36 mesi di servizio svolto negli ultimi 8 anni.

Chi non ha ancora provveduto ma vuole partecipare al Concorso docenti potrà sostenere gli esami esclusivamente in una Università riconosciuta dal M.I.U.R. sia essa frontale, telematica, statale, non statale. Infatti i 24 CFU sono validi e valutabili solo se erogati dalle Università e acquisiti attraverso Corsi di Laurea o Corsi singoli Universitari. Non in tutte le Università statali è ancora possibile iscriversi, ma su FioreRosalba.com le iscrizioni per i 24 CFU sono attualmente aperte.

24 cfu concorso docenti

modalità esami

Sarà possibile sostenere gli esami singoli nella seguente modalità:

  • 12 cfu in modalità frontale;
  • 12 cfu in modalità telematica.

Il Decreto Ministeriale 616/2017 non stabilisce alcun obbligo di frequenza per le attività in presenza, pertanto non è richiesta per legge l’obbligatorietà della frequenza.

I singoli esami si svolgeranno obbligatoriamente in presenza in una delle sedi dell’Università scelta.

Rispetto alle novità contenute nella legge di bilancio 2019 possiamo dire che la ratio delle prove concorsuali resta invariata. Per chi intende concorrere per i posti comuni sono previste due prove scritte ed un colloquio orale. Per il sostegno all’abilitazione o laurea magistrale più 24 CFU si aggiunge anche la specializzazione per il sostegno. Sono previste due prove una a livello nazionale ed un’altra orale.

La prova orale, oltre alle conoscenze disciplinari è volta ad accertare la conoscenza di una lingua straniera europea, almeno livello B2 del quadro comune europeo, e il possesso di abilità informatiche di base.

Il concorso sarà abilitante ed il docente non inizierà Il percorso triennale di formazione e tirocinio come previsto nella Buona Scuola. Abolito il FIT è stato previsto per i vincitori di concorso un anno di formazione e relativa prova . Sarà possibile ripetere il percorso e al termine si è confermati o meno in ruolo.

Scopri a questa pagina l’offerta 24 CFU per concorso scuola docenti 

chiama il numero verde 800257040 o Compila il modulo su questa pagina e riceverai gratuitamente informazioni ed un coupon sconto di 10 €.

23/01/2019
©FioreRosalba.com 2006-2021