• Nessun prodotto nel carrello.

Meccatronico : come si diventa e differenza con meccanico ed elettrauto

Nuova figura professionale

Riparare un’automobile e’ un’operazione che richiede competenze teoriche e pratiche, i tantissimi congegni elettronici oggi presenti rendono le nostre autovetture molto piu’ sicure di un tempo ma e’ piu’ complesso riparare un guasto, ecco che è richiesta maggior professionalità come quella ottenuta con un corso meccatronico che unisce la figura del meccanico e quella dell’elettrauto che rientra nel settore della meccatronica.

Ecco che a fine 2014  vengono abolite le figure del meccanico motorista ed elettrauto e viene creata una figura professionale unica detta meccatronico.

Sia che tu voglia lavorare nel settore come meccatronico come dipendente o come titolare di officina dovrai possedere specifici titoli di studio:

– qualifica professionale di meccatronico a seguito di un corso di formazione di 500 ore;
– diploma (quinquennale) ITIS o IPSIA ad indirizzo autovetture;
– laurea ingegneria specifica.

Insieme al titolo di studio può essere richiesta, dalle Camere di Commercio, solo ed esclusivamente per la nomina come responsabile tecnico di officina  l’esperienza lavorativa documentabile, non sono considerate valide modafinil nederland autocertificazioni o certificazioni da precedenti datori di lavoro.

La figura professionale e’ nuovissima, i primi corsi di qualifica sono partiti nel 2015, dunque c’e’ attualmente molta richiesta sul mercato. Le opportunita’ sono notevoli  poiche’ e’ indispensabile per le officine nominare in Camere di Commercio un responsabile tecnico con questo titolo di studio per poter iniziare l’attivita’ o continuare l’attivia’ gia’ in essere.

Il responsabile tecnico puo’ svolgere tale funzione unicamente per una ed una sola officina.

meccatronico

Chi e’ meccanico motorista o elettrauto e gia’ esercita deve adeguarsi tempestivamente seguendo un corso specifico di 40 ore che va a completamento delle competenze mancanti, pena la chiusura dell’attivita’.

Ricordiamo che dal 5 gennaio 2013 l’attività di autoriparazione si suddivide in 3 sezioni: MECCATRONICA (ex meccanica motoristica ex elettrauto) – CARROZZERIA – GOMMISTA.

 

L’art. 3 della legge 224/2012 detta le seguenti norme transitorie:

  • le imprese che, alla data del 5 gennaio 2013, sono già iscritte nel registro delle imprese e abilitate sia alle attività di meccanica motoristica sia a quella di elettrauto, ai sensi della legge 122/1992, sono abilitate allo svolgimento della nuova attività di meccatronica (la procedura di conversione si è conclusa, vedi sopra);
  • le imprese che, alla data del 5 gennaio 2013, sono iscritte nel registro delle imprese buy alpha pharma solo per una delle due attività di meccanica motoristica o di elettrauto possono proseguire sino al 4 gennaio 2018. Entro il ricordato termine del 4 gennaio 2018, ogni persona preposta alla gestione tecnica (cosiddetto responsabile tecnico) per l’impresa deve regolarizzare la propria posizione:

Chiunque sia in possesso dei requisiti tecnico professionali per una sola delle due ex sezioni (meccanica motoristica o elettrauto) che presenti oggi una istanza può chiedere l’iscrizione per la nuova sezione di meccatronica, non è più possibile oggi richiedere le sezioni prima previste di meccanico-motorista o di elettrauto.

Al fine della dimostrazione delle competenze acquisite allega alla nuova istanza il modello denominato “DICH/122 – Dichiarazione sostitutiva di atto notorio per meccatronica”.

 

Per ogni categoria è necessario dimostrare in Camera di Commercio di avere il titolo di studio previsto come il corso professionale regionale riconosciuto come quelli pubblicati su FioreRosalba.com:

©FioreRosalba.com 2006-2021