• Nessun prodotto nel carrello.

Lavorare come meccatronico: una figura nuova in espansione

Probabilmente il suono della parola “meccatronico” e della relativa disciplina, la meccatronica, ti risultano nuove. Niente paura, anche se ad orecchio sembrerebbe il nome di un villain da manga giapponese, la meccatronica è una nuova frontiera dall’autoriparazione.

Entrata nella lingua italiana nel 2012, altro non è che la fusione delle vecchie meccanica ed elettronica. In sostanza, se vogliamo il meglio dalla nostra vettura, dobbiamo portarla da un meccatronico. Ciò significa che i ruoli di meccanico ed elettrauto sono destinate a scomparire. Per questa ragione il terreno lavorativo verso questa nuova tipologia di professionista è particolarmente fertile, sia per i giovani in cerca di un’occupazione redditizia, sia per coloro che svolgono già tale attività e desiderano aggiornarsi.

È infatti innegabile che il funzionamento delle auto sia cambiato: non più semplici mezzi di trasporto ma congegni sofisticati ad alto contenuto tecnologico.

Si pensi al cambio automatico. In passato il cambio tradizionale funzionava grazie ad un sistema meccanico, mentre oggi la pervasività del cambio automatico rende necessaria anche una centralina, ossia un sistema informatico. In caso di malfunzionamento, ecco che occorre rivolgersi ad un meccatronico.

Ulteriore applicazione della disciplina è riscontrabile anche nei sensori delle vetture più moderne, ad esempio quelli che rilevano lo sgonfiamento degli pneumatici o che aiutano a parcheggiare in retromarcia.

Come avrai intuito, dobbiamo fare un’aggiunta alla definizione iniziale: il meccatronico non è soltanto un meccanico con competenze di elettronica (o viceversa), ma si innesta una terza competenza, ossia quella informatica.

Il mercato dei veicoli è in rapida espansione. Basti notare il traffico sempre più intenso, o chiedere ad amici e familiari quante auto hanno nel nucleo familiare: se spostarsi è una necessità, anche avere un’automobile moderna è indispensabile, non solo per vezzo ma per ragioni di sicurezza.

Ed è qui che entra in gioco il meccatronico: per quanto moderne e fiammanti, si tratta pur sempre di macchine, non esenti da guasti; in tutti i casi, un check up periodico per testarne il funzionamento non può che far bene!

Naturalmente non è un lavoro in cui ci si può improvvisare esperti. Se hai la passione dei motori e della tecnologia, quello del meccatronico può essere il mestiere adatto a te, a patto che tu investa in una formazione adeguata alla delicatezza del ruolo.

Corso meccatronica di Fiorerosalba: un attestato spendibile sul mercato del lavoro

Fiorerosalba.com, da oltre 10 anni leader della formazione a distanza, ha attivato un corso in meccatronica che, grazie alla didattica in e-learning, consente anche a lavoratori e studenti di realizzarsi professionalmente.

Sulla piattaforma online troverai lezioni e materiale per studiare la parte teorica, mentre per la pratica potrai frequentare un tirocinio di 150 ore nella tua città.

Dopo l’esame finale otterrai l’Attestato di Qualifica di Responsabile Tecnico di Officina Meccanica di Autoriparazione nel settore Meccatronica, valido su tutto il territorio nazionale. L’Attestato, oltre ad essere spendibile per trovare occupazione, è requisito valido per la nomina a Responsabile Tecnico dell’attività di Meccatronica, previo un anno di occupazione nel settore.

Se la tua ambizione è metterti in proprio, grazie al nostro corso potrai intraprendere in maniera semplice ed efficace la strada dei tuoi sogni.

Compila il modulo su questa pagina e riceverai gratuitamente informazioni ed un coupon sconto di 10 €.

 

23/01/2019
©FioreRosalba.com 2006-2021